L’uragano Ophelia prosegue la corsa verso l’Europa: investirà Portogallo, Irlanda e Gran Bretagna


di BEATRICE GALLUZZO – Ophelia nasce da una culla tropicale, ovvero la zona caraibica, e si sta spingendo a nord ovest, in direzione Europa. In questo periodo caratterizzato, meteorologicamente parlando, da fenomeni atmosferici violentissimi- l’uragano Irma, soprattutto, che si è abbattuto sulla Florida a settembre- questo uragano classificato come di categoria 2, nato però come tempesta tropicale (la decima di questa stagione) è ora all’altezza dell’arcipelago delle Azzorre.

Prevederne il tragitto, e soprattutto, l’intensità non sembra facile. Ma si può dire, non senza un certo grado di approssimazione, che passerà da Portogallo e Spagna, per poi avvicinarsi durante il fine settimana a Irlanda e In Inghilterra, che toccherà probabilmente nel pomeriggio di lunedì 16, con casualità beffarda e quantomeno sinistra, dal momento che proprio il 15 e 16 ottobre del 1987 la cosiddetta “Great Storm”, “Grande tempesta” sconvolse il Regno Unito, causando un danno di due miliardi di sterline e una ferita perpetua nella coscienza collettiva.

I venti di Ophelia al momento turbinano a 140 km/h, ma ci si aspetta che perda di potenza nel tragitto. In Irlanda e Inghilterra si esprimerà attraverso forti venti, onde anomale e intense precipitazioni, e secondo le valutazioni National hurricane center di Miami, il grado di pericolosità per le terre emerse è aumentato negli ultimi giorni. Quest’uragano, va da sè, non interesserà assolutamente l’Italia. Ma saremo interessati da un anticiclone che investirà l’Europa di caldi venti Nord-africani, con temperature più alte della media stagionale, con picchi di 24-25 gradi.



Source link

Articles You May Like

Trump finds few defenders as news media covers his 'betrayal'
Italia Libri: "Meet me alla boa" di Paolo Stella
Thai boys recount the moment they realized they were trapped
Tesla's plan to make cars in China won't be easy to pull off
Google's latest attempt to crack China

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *