Di Maio: "Niente più uscita dall’euro e il referendum come extrema ratio"

Italy


ROMA – “Niente più uscita dall’euro e il referendum come extrema ratio, che spero di non dover usare” ha dichiarato il candidato premier del M5S Luigi Di Maio durante la registrazione di ‘Porta a Porta’.

“Noi diamo 20 miliardi di euro alla Ue: dobbiamo contare e andare a quei tavoli per cambiare le regole. La situazione politica, a livello europeo, è cambiata rispetto a quando siamo entrati in Parlamento nel 2013: abbiamo la Germania che non riesce a fare un governo da 95 giorni, la Francia che ha i partiti tradizionali ridotti ai minimi termini. Il quadro europeo non ha più quel monolite franco-tedesco e ora l’Italia può contare di più a quei tavoli e io credo che non sia più il momento per l’Italia per uscire dall’euro. Per quanto riguarda le elezioni, il 4 marzo sapremo quanti parlamentari prende Grasso, Salvini e gli altri ma adesso è prematuro dire con chi ci potremmo alleare, mentre il nostro obiettivo è vincere con il 40%. Non credo che non sarà possibile, se non avremo la maggioranza assoluta, convergere poi con chi dice di volere il reddito di cittadinanza e le altre proposte che adesso fanno tutti. Ci rivolgeremo agli altri gruppi parlamentari e chi risponderà quella sera, il 4 marzo, sarà interlocutore nei giorni successivi. Inoltre, faremo una norma costituzionale per mandare a casa chi cambia casacca, i nostri avvocati sono al lavoro per l’obbligo di multa per chi cambia forza politica”.



Source link

Articles You May Like

More media sponsors pull out of Saudi conference after journalist disappears
Cantone: "Bisogna stare attenti alle deroghe per il decreto Genova"
Turkey unmasks Saudi team in Khashoggi disappearance
Germany: Extradite Bulgarian killing suspect
France's Macron reshuffles cabinet amid scandals

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *