Licenziamenti Ikea, Losacco (Pd) annuncia interrogazione parlamentare


BARI – “Nelle prossime ore presenterò un’interrogazione parlamentare per chiedere al Ministero dello Sviluppo Economico di accendere un riflettore sul clima e le condizioni complessive di lavoro in Ikea, a cominciare dallo stabilimento di Bari”. Così in una nota il deputato barese del Pd, Alberto Losacco.

“A Bari – continua Losacco – un lavoratore è stato licenziato perché si è trattenuto qualche minuto in più in bagno. Una lavoratrice è stata licenziata a 60 anni, dopo 26 anni in azienda, perché ha rifiutato il trasferimento in Sardegna a 20 ore e con tre livelli stipendiali in meno. Il tutto a pochi giorni dal licenziamento della dipendente dell’Ikea di Milano perché non poteva accettare il turno delle 7 del mattino visto che a quell’ora si occupa di suo figlio disabile.

Colpisce questo fare coì aggressivo e poco rispettoso di una multinazionale che ha sempre fatto del rapporto coi propri dipendenti un fiore all’occhiello. E fa ancor più specie che tutto questo avvenga nel volgere di pochissimi giorni. Non vorremmo che dietro ci sia dell’altro, magari una riorganizzazione a colpi di licenziamento, senza un confronto coi sindacati.

Giorni fa il viceministro Bellanova ha già invitato l’azienda a ritirare il licenziamento della mamma di Milano, ma a questo punto bisogna chiarire bene cosa sta accadendo, perché tutti questi casi non lasciano presagire nulla di positivo”, conclude il deputato del PD.



Source link

Articles You May Like

Di Maio: "L’idea di fondo è quella di favorire il contratto a tempo indeterminato"
Glasgow: a fuoco Palazzo Mackintosh
A 58 anni diventa mamma per la prima volta
Conte: "Con Macron lavoreremo a una riforma del regolamento di Dublino"
Russia may have upgraded nuclear bunker in Kaliningrad, report says

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *