Bonafede: no alla liberalizzazione delle armi

Italy


ROMA – In alcun modo la realizzazione dell’obiettivo riformatore, per come concepito dalla maggioranza, potrà portare alla liberalizzazione delle armi in Italia, la detenzione ed il porto delle quali risultano disciplinate da disposizioni normative rigorose sulle quali il Governo non avverte alcuna esigenze di intervenire, trattandosi di leggi che rappresentano, per altro, strumenti irrinunciabili nella lotta alla criminalità”. Così il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, durante il question time.

Secondo il Movimento Cinque Stelle sulla questione sarà indispensabile un’adeguata valutazione. “In considerazione della delicatezza della materia trattata, della complessità e dell’impatto a livello sociale è necessaria un’analisi approfondita delle norme esistenti e dei testi presentati. Ciò è doveroso per il M5S, così da rendere la legge realmente efficace ma nella piena sicurezza dei cittadini. Il nostro sarà un lavoro scrupoloso, di sintesi e ragionato nel solco delle garanzie Costituzionali, senza muoversi sull’onda emotiva”, afferma il senatore M5S della commissione Giustizia Francesco Urraro.



Source link

Articles You May Like

The race against a disease that could devastate the coffee industry
'Women are devalued and demeaned' at Nike, two ex-employees say in lawsuit
Toninelli contro chi guida col cellulare
Di Maio: ricostituiremo la cassa integrazione
Uova fresche, allerta del ministero della salute per la salmonella: ritirati lotti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *